domenica, luglio 02, 2006

Incontro con Francesca Romana Capone

Mercoledì scorso ho presentato due libri ed insieme una giovane autrice: Francesca Romana Capone. Avrebbe dovuto essere presente all’incontro anche un’altra scrittrice, Patrizia Chelini, ma un impedimento gioioso l’ha trattenuta a Roma. Spero ci sia un’altra occasione. I libri sono due opere molto originali: ‘Quello che non ti ho detto’ e ‘Continua a parlare’; due libri editi da Baldini e Castoldi, Dalai. Facile, attraverso i titoli, l’accosto al tema della parola ,ma fuori di questo i due libri trattano argomenti diversissimi: quasi opposti. C’è un non detto che non abbiamo la possibilità di dire perché non abbiamo di fronte la persona a cui dirlo e soprattutto vorremmo ascoltare. Per quello gli diremmo ‘Continua a parlare’…Chissà se poi ci dirà quello che non ha mai detto. Ho giocato anch’io sulle parole, ma per l’occasione devo dire che la cosa bella è stata la conoscenza di Francesca che si è rivelata una autrice sensibile, curiosa, attenta e impegnata nella scrittura con uno slancio davvero genuino. Poi lei è una grande lettrice e questo conferma che non ci si improvvisa scrittori ma ‘dietro’ occorre una grande preparazione che solo la lettura può fornire. In bocca al lupo Francesca, meriti di essere conosciuta e apprezzata perché il tuo libro sa muovere delle corde dell’anima che innestano un percorso di crescita spirituale: una consapevolezza alla struttura dei sentimenti intimi.
In fondo è questo che ho detto alla sua presentazione, anche se ho un po’ ‘tergiversato’ e ‘girovagato’, sulla letteratura in generale.

2 commenti:

Francesca ha detto...

Grazie Giorgio, grazie a te. In pochi giorni mi hai aperto le porte alle mille storie di Genova, che tutte sembrano sfiorarti o toccarti, quasi fossi un 'demone' della città. Ho passato ore bellissime con te e con tutte le persone meravigliose che ho incontrato. E che hanno confermato come conoscersi attraverso le pagine di un libro è conoscersi molto più a fondo. E poi non dirmi che non ho ragione a ritenere i libri quasi 'oggetti magici'!
Un abbraccio
Francesca

Anonimo ha detto...

in ritardo, ringrazio anch'io per aver parlato del mio libro a Genova... spero ci sarà occasione di conoscerci, ciao

Patrizia Chelini